- Metodo omeopatico

Dopo la cura omeopatica: come comportarsi

Dopo la cura omeopatica, il rafforzamento della salute complessiva tende a mantenere uno stato di benessere. Tuttavia la salute va difesa, mantenuta, coltivata, vediamo come:

Prevenzione dopo la cura omeopatica

regime di vita dopo la cura omeopaticaDurante la cura omeopatica si è cercato di mantenere un regime di vita misurato, senza eccessi alimentari e strapazzi psico-fisici. Via via che la cura procede e dopo la cura omeopatica, questo richiede meno sforzo. Infatti un maggior equilibrio tra corpo e mente dà maggiore efficacia nel pensare e nell’agire. Si può quindi mantenere un regime di vita misurato e nel contempo migliorare le prestazioni e la soddisfazione personale.

abitudine a bere troppo caffèTuttavia spesso le cattive abitudini sono condivise con il gruppo di riferimento e spesso sono tentazioni e imperativi sociali. Quindi il distacco non è facilissimo anche se la cura omeopatica lo favorisce.

desideri alimentari dopo la cura omeopaticaCon la cura omeopatica ci si è educati a sentire e ascoltare i propri desideri e avversioni, espressioni della propria forza vitale. Ma se dopo la cura omeopatica, la propria forza vitale portasse verso cose che fanno stare mal, questo è già di per sè un sintomo da raccontare al Medico Omeopata. Infatti spesso un disturbo cronico inizia non tanto con l’esordio clinico del disturbo stesso, ma con il desiderio di ciò che porta al disturbo. Il rimedio appropriato, riportando armonia nella volontà psico-fisica, modula i desideri non sani.

L’omeopatia è dunque Medicina preventiva oltre che curativa.  Va comunque posta attenzione a tutte le misure preventive e di salvaguardia della salute, che sono sempre valide, qualunque sia la propria scelta terapeutica. Sarebbe bene rivalutare col Medico Omeopata ogni 6-12 mesi l’opportunità  di assumere il rimedio appropriato alla fase attuale.

Farmaci dopo la cura omeopatica

malattia da raffreddamento dopo la cura omeopaticaDopo la cura omeopatica, è raccomandato di non assumere farmaci convenzionali, tranne in caso di necessità clinica. È opportuno curare con il rimedio unitario appropriato eventuali malattie acute che non tendono a risolversi da sé, come una malattia da raffreddamento intensa o persistente.

rimediAnche se dopo una cura omeopatica si sono imparate tante cose sull’omeopatia, l’auto-cura va evitata. Il medicinale omeopatico per una situazione acuta, anche la più banale, deve essere sempre individuato dal Medico sulla base del quadro sintomatologico completo e in accordo con la strategia della cura omeopatica, anche se il ciclo di cura  si è concluso.


Se hai un dubbio o vuoi lasciare una domanda,
il Medico omeopata risponderà appena possibile.