. Allattamento, . Donna

Difficoltà di allattamento? Omeopatia unicista

L’allattamento materno è la prosecuzione del legame della gravidanza. Ma benchè naturalissimo, non sempre l’allattamento è facile. Certi neonati hanno difficoltà di suzione, si addormentano, piangono, rigurgitano, piangono tanto, dormono male e crescono poco. Alcune mamme hanno una montata lattea tardiva, soffrono di ragadi, si demoralizzano. Ogni coppia mamma-bambino e ogni allattamento presenta caratteristiche particolari, speciali, peculiari, è insomma una storia a sé con le sue potenzialità e difficoltà. Quali i medicinali omeopatici indicati per l’allattamento? Ce ne sono molti; assumerli insieme non sarebbe efficace, a causa di interferenze reciproche tra i medicinali e potrebbe causare qualche reazione avversa. Come si può individuare il medicinale adatto? In omeopatia classica questo viene individuato sulla base dell’intero quadro sintomatologico della mamma e del bambino: tutti i sintomi della mamma e del bambino vengono analizzati secondo ilclassico metodo hahnemaniano. Ne risulta l‘indicazione per il medicinale curativo: esso regolarizza la quantità di latte, cura le ragadi, favorisce una suzione efficace e una buona digestione, riduce i rigurgiti e cura le coliche gassose insieme a eventuali altri disturbi. Le leggi della Medicina Omeopatica mostrano correlazioni e corrispondenze tra le caratteristiche dei sintomi della mamma e di quelli del bambino, anche quando si tratta di sintomi apparentemente molto diversi. In virtù di queste corrispondenze e correlazioni, mamma e bambino vengono curati dallo stesso medicinale, anche quando si tratta di sintomi apparentemente molto diversi. Quindi la coppia mamma-bambino, composta da due entità fisiche ben distinte, è invece un’unica entità energetica, che origina dalla radice costituzionale, dalla gravidanza e dall’allattamento. Il medicinale curativo per la coppia mamma-bambino viene assunto dalla mamma e veicolato al bambino attraverso il latte, che lo rende straordinariamente adatto all’organismo del bambino. Come può un medicinale omeopatico di natura energetica, immateriale essere veicolato dal latte materno? Il medicinale cura la forza vitale materna di natura immateriale che è la causa prima dei disturbi della donna. Il latte materno avrà così non solo proprietà materiali ottimali (quantità e composizione dei nutrienti), ma anche proprietà energetiche ottimali, che in virtù dell’unità energetica tra mamma e bambino curano anche la forza vitale del bambino in modo radicale, duraturo e senza reazioni avverse. La cura di omeopatia classica consente alla coppia madre-bambino di trovare armonia emozionale e fisica, inscritta nel naturale percorso di evoluzione personale. La metodologia online di Omeopatia Dinamica rende possibile la consulenza del medico omeopata in tempi rapidi, piena privacy e tranquillità.

Etichette: , , , , , , ,

Se hai un dubbio o vuoi lasciare una domanda,
il Medico omeopata risponderà appena possibile.