. Psiche

Concentrazione nell’adulto: difficoltà? Cura di omeopatia unicista

cimmagine geometrica di concentrazioneL’etimologia della parola concentrazione rimanda al cerchio e al rapporto tra circonferenze concentriche. Per indicare il rapporto tra la nostra mente e ciò concentrazione colore-formacui essa si applica, senza questa immagine geometrica,  dobbiamo usare espressioni come “essere in”, “calarsi, immergersi in”, “focalizzarsi su”…Comunemente si tende a identificare la concentrazione con i suoi parametri misurabili come il tempo occorrente per una performance, il numero di errori e l’entità delle interferenze.

Tuttavia la concentrazione è un fenomeno ben più complesso. Dal punto di vista dell’ omeopatia unicista, tutto ciò che è proprio dell’uomo si svolge su tre dimensioni collegate: tutto procede dalla volontà (will), al pensiero (understanding) e poi all’ azione (doing).

 

Le tre dimensioni della concentrazione

amore e concentrazioneLa dimensione volitiva è il desiderio, la passione, l’amore di dedicarsi a una cosa o viceversa il rifiuto e l’avversione per qualcosa. La volontà può essere alterata da vari stati mentali come apatia, euforia, ansia, impulsività, nervosismo, demoralizzazione e depressione.

La dimensione intellettiva riguarda l’intera comprensione della cosa cui ci si vuole dedicare. Entrano in gioco la memoria di ciò che della cosa si conosce già, la senso-percezione della cosa quì ed ora, nonchè intuizione e immaginazione su ciò che della cosa non si conosce ancora. Il ragionamento mette insieme il tutto con logica deduttiva e induttiva. Disturbi della memoria, poca o troppa immaginazione e disturbi della fluidità del pensiero alterano la concentrazione. Anche  i disturbi della volontà, motore dell’intelletto, alterano la dimensione intellettiva della concentrazione.

 La dimensione attuativa dell’azione, voluta dalla volontà e compresa dall’intelletto, si concentrazione e azioneestrinseca, tramite il corpo, nel mondo materiale tramite la senso-percezione e la regolazione  neuromotoria. L’azione può essere alterata non solo da disturbi dell’apparato locomotore come dolori, tensioni, contratture, tremori ma anche da molti altri disturbi fisici. L’agire è limitato anche da tutto ciò che altera la volontà e l’intelletto, motori dell’azione.

Proviamo adesso a concentrarci un attimo per scrivere la data di oggi. Focalizzarci su un’azione semplice, cui abitualmente non prestiamo attenzione, ci fa apprezzare il mirabile collegamento tra volontà, intelletto e azione.

Cura omeopatica dei disturbi di concentrazione

concentrazione e multitaskingOggi i disturbi di concentrazione sono in aumento anche a motivo di stress, eccesso di stimoli e multitasking. La difficoltà a concentrarsi, quel sentirsi distratti e incapaci benchè capaci, non è un disturbo generico, uguale per tutti, ma un disturbo che ha una connotazione specifica in questa persona in questa fase di vita.

Il disturbo di concentrazione viene curato dal rimedio unitario appropriato non solo  alla specifica dimensione volitivo-intellettivo-attuativa della singola persona ma anche all’intero ritratto sintomatologico della persona. Per questo non è possibile fornire indicazioni di rimedi genericamente indicati per difficoltà di concentrazione. Il rimedio adatto viene individuato dal medico omeopata tramite un processo clinico basato sul metodo dell’omeopatia unicista.

La Consulenza medica online su Skype della dott. Gili Maria Luisa, specialista in Psichiatria e Psicoterapeuta, è una soluzione pratica per risolvere un problema di concentrazione. Una concentrazione ottimale migliora l’autostima, il rendimento intellettuale, l’attività lavorativa e le relazioni personali. Si conquista inoltre la soddisfazione di sentirsi pienamente presenti a sè stessi ed efficaci nel mondo.

Etichette: , , , , , ,

Se hai un dubbio o vuoi lasciare una domanda,
il Medico omeopata risponderà appena possibile.