. Bambini, . Otorinolaringoiatria

Omeopatia per risolvere la chinetosi

La chinetosi, cinetosi o mal da trasporto (motion or travel sickness), si manifesta a seguito di accelerazioni o decelerazioni causate da movimenti bruschi e/o irregolari di un autoveicolo (mal d’auto), un’imbarcazione (mal di mare) o un velivolo (mal d’aria) ma non solo… Nausea con pallore e sudorazione fredda, vertigini e vomito, cefalea e malessere generale possono presentarsi anche dondolandosi su un’altalena, andando in giostra, e anche giocando con certi video-game! Quasi tutti hanno avuto qualche raro episodio di chinetosi ma certe persone predisposte e molti bambini ne soffrono spesso; gli spostamenti sono faticosi e bisogna ricorrere ogni volta a sistemi o a farmaci anti-nausea. Ci sono vari rimedi omeopatici sia per affrontare il momento del viaggio che per prevenire la chinetosi una volta per tutte, curando la predisposizione stessa, anzichè assumere medicinali ad ogni viaggio con risultati alla lunga sempre meno ottimali.

Il rimedio omeopatico riporta equilibrio nei circuiti cerebrali disturbati dello spostamento. Infatti il movimento passivo su un mezzo dà messaggi discordanti: il sistema visuale dà al cervello l’informazione che siamo fermi (quello che ci sta immediatamente intorno viene visto fermo e siamo effettivamente fermi rispetto al mezzo) mentre il sistema dell’equilibrio, registrando vibrazioni, scossoni e sobbalzi dà al cervello l’informazione che siamo in movimento. Nel caso dei videogame il sistema visuale dà al cervello informazioni di continuo movimento mentre il sistema dell’equilibrio comunica che siamo fermi. Continua a leggere

. Cardiovascolare

Omeopatia per curare l’extrasistolia

L’Omeopatia Unicista è molto indicata per curare le extrasistoli innocenti che si mapalpitationnifestano in un cuore sano (in assenza di diagnosi cardiologica specifica). Pur essendo fenomeni innocenti, le extrasistoli,  già di per sè disturbanti, si associano a vari disturbi, come ansia, vertigini, nausea e debolezza che si presentano all’improvviso, come una spiacevole sorpresa nel bel mezzo di un’attività o anche di un momento di riposo.

La cardiologia dispone di strumenti diagnostici che permettono di distinguere con precisione le extrasistoli da malattia cardiaca da quelle innocenti, eppure la percezione del battito strano, del frullio d’ali nel petto, del battito che salta, del respiro che sembra arrestarsi, etc.. evoca immediatamente uno stato di allarme e paura anche in persone non particolarmente ansiose. Perchè? Continua a leggere

. Otorinolaringoiatria

Curare la sinusite con l’omeopatia

sinusiteLa sinusite, sia  frontale che mascellare, sia acuta che cronica, risponde bene alla cura omeopatica con il rimedio unitario appropriato al singolo caso clinico. Il rimedio omeopatico potenzia la reattività dell’intero organismo e in modo particolare delle mucose nasali e dei seni paranasali curando l’infezione in atto e prevenendo le recidive. Invece l’antibioticoterapia uccide i germi che sostengono l’infezione ma non può rafforzare le mucose nasali suscettibili; per questo le frequenti recidive richiedono ulteriori cicli antibiotici con possibile selezione di germi che diventano resistenti agli antibiotici stessi. La cura omeopatica è indicata sia come prima scelta che successivamente ad un ciclo antibiotico. Continua a leggere

- Omeopatia & Ecosistema, - Omeopatia & Societa'

“Omeopatia: vivere nel mondo in crisi”

Omeopatia: vivere nel mondo in crisi” è il titolo dell’e-book scritto dalla Dott. Gili Maria Luisa, Medico Omeopata Unicista; l’obiettivo della pubblicazione è  di comunicare il contributo culturale del pensiero omeopatico alla comprensione della crisi di oggi e all‘individuazione della prospettiva vitale per domani. L’omeopatia non è solo un metodo di cura alternativo alla medicina convenzionale ma è anche una concezione della vita fondata sull’immateriale che è concretamente alternativa rispetto alla comune visione della vita fondata sulla materia. Nella concezione omeopatica, le scienze della materia sono vere e utili se applicate al loro campo di applicazione cioè alla materia, mentre gli esseri viventi possono essere compresi solo attraverso la forza vitale che è immateriale per la sua stessa natura.

La crisi attuale è definita crisi globale da economisti e sociologi ma sarebbe più onesto definirla crisi vitale. Infatti assistiamo ogni giorno al progressivo deterioraramento del potere vitale dell‘aria, dell’acqua, della terra, dire inquinamento è dir poco…..acqua, aria e terra sono sempre meno capaci di alimentare la vita, la nostra vita. L’alimentazione stessa del branco umano è segno della crisi vitale: nei cosiddetti Paesi sviluppati in realtà è malnutrizione  con malattie da troppo cibo, poco nutriente e truccato con additivi dannosi, mentre nei Paesi in via di sviluppo è denutrizione con malattie, crampi da fame, prostrazione e morte.

La “situazione  giovanile” è ormai  sinonimo di crisi che inizia sempre più presto, sin da bambini….Sul pianeta Terra  devastato dall’esaurimento delle risorse naturali, la depressione vitale è ingannevolmente colmata da una sovrabbondanza tale di suoni e immagini virtuali da bloccare il pensiero spontaneo. Intanto sull’arida Terra fioriscono nuove diagnosi psichiatriche per un gran numero di bambini, i cuccioli del branco umano.

Una crisi vitale di questa portata è inedita nella storia umana; il paradigma materialista lo ignora poichè, ignorando la vita, considera cifre, statistiche, valute monetarie, Pil….Ed è così che con falsi problemi, trucco pesante e tanta musica, si attribuisce a stress, ansia, panico la sana paura generata dal pericolo vitale che l’animale uomo avverte (in virtù della forza vitale) ma non comprende (perchè mistificato).

Dunque  il problema della crisi vitale dell‘umanità intera viene erroneamente interpretato come problema psicologico di ogni singolo individuo, solo e incapace di reagire. L’Omeopatia dunque non è solo Medicina capace di curare malattie e rafforzare la salute delle singole persone, ma è anche una concezione capace di restituire all’ Uomo e alla Donna un sapere naturale, capace di comprendere il materiale e l’immateriale. Questo sapere è necessario per capire la trasformazione del vissuto di noi che viviamo nell’era della comunicazione tecnologica e che non abbiamo altra scelta vitale se non una rifondazione etica per un futuro sostenibile.  L’e-book “Omeopatia: vivere nel mondo in crisi”contiene anche i risultati commentati del Quiz “Conosci l’omeopatia unicista?” tuttora compilabile nel sito www. omeopatiadinamica .it

. Depressione, . Dolore artro-muscolare

Omeopatia unicista per la cura della fibromialgia

PainLa sindrome fibromialgica, detta anche malattia di Atlante, è una delle condizioni in cui i limiti della medicina convenzionale sono evidenti; infatti sono sconosciute sia la causa (tanto che è più corretto denominarla sindrome, cioè insieme di sintomi, più che malattia) che una terapia  specifica (che la curi in modo radicale). Quindi, secondo i criteri della medicina convenzionale, la fibromialgia è poco comprensibile e questo spiega differenti approcci medici o addirittura il mancato riconoscimento, come se si trattasse di una malattia inventata o di una pura somatizzazione. In realtà è difficile definire la fibromialgia come malattia perchè essa è uno stato di malessere continuativo chre coinvolge la persona per intero, tutto il suo corpo e tutta la sua interiorità.  Il dolore della fibromialgia consiste di dolori intensi e diffusi dei muscoli, dei tendini e dei legamenti; l’infiammazione è modesta (ciò spiega la scarsa risposta agli antinfiammatori) ma c’è iperalgesia (dolore eccessivo per uno stimolo normalmente doloroso) e allodinia (dolore dovuto ad uno stimolo normalmente non doloroso).  fibI muscoli dolenti sono tesi, c’è stanchezza per la tensione e ridotta resistenza alla fatica ovvero faticabilità.  e si possono associare molti altri sintomi come parestesie, cefalea,  insonnia, difficoltà di concentrazione e di memoria, depressione, ansia, colon irritabile, spasmi vescicali e allergie varie con sensibilità chimica multipla.  Tutti questi sintomi si manifestano poi con caratteristiche diverse in ogni persona.

Se teniamo conto delle natura della fibromialgia, comprendiamo che la cura deve avere le seguenti caratteristiche: Continua a leggere