- Omeopatia & Ecosistema

Perigeo lunare, salute e omeopatia

perigeoSabato 19 marzo 2011 si verificherà uno spettacolare fenomeno astronomico: la Luna, che sarà piena, si troverà alla distanza minima dalla Terra (perigeo) dal 1992 ad oggi e apparirà più grande e luminosa. Questo fenomeno non è insolito e ha un andamento periodico ma non regolare a causa di variazioni delle perturbazioni gravitazionali esercitate dal sole. Che la Luna provochi maree e maree solide (movimento della crosta terrestre di alcuni centimetri) e influenzi il comportamento di tutti i liquidi esistenti sul pianeta è indiscutibile sul piano scientifico. L’uomo ha imparato ad avvalersene per alcune pratiche in allevamento e agricoltura. Tutta la natura è “umida”, contenendo in percentuali diverse acqua; di qui l’influenza della luna su tutti gli orgamismi, uomo compreso. L’omeopatia unicista ha colto sin dalle origini il legame tra uomo e forze cosmiche e Hahnemann individuò le malattie sporadiche, che colpiscono parecchie persone simultaneamente in luoghi diversi, generate da agenti meteorici o tellurici, alla cui influenza patogena sono soggette solo certe persone. L’influenza patogena è di tipo immateriale, ovvero energetica, virtuale o dinamica, come Hahanemann espresse mirabilmente: “Noi percepiamo che la nostra terra fa girare, attraverso una forza segreta, invisibile la sua luna intorno a sé, in 28 giorni e alcune ore, e come in cambio la luna, alternativamente in ore stabilite innalza al flusso e in ore uguali rilascia calare al riflusso i nostri mari del Nord… Lo vediamo, e stupiamo perché i nostri sensi non percepiscono in quale maniera ciò avvenga… L’uomo colto, esercitato nel confrontare ed astrarre, riesce però a formarsene una specie di idea trascendente…egli chiama tali perigeo(azioni dinamiche, virtuali cioè tali che accadono attraverso pura, specifica, assoluta potenza o azione dell’una sull’altra. Così ad es. l’azione dinamica degli influssi morbigeni sugli uomini sani”. Il Repertorio di Kent, testo fondamentale di clinica omeopatica, contiene specifica indicazione a rimedi curativi per disturbi che si accentuano in modo netto e ripetuto in relazione all’influenza lunare. La cura omeopatica è sempre individualizzata e corrispondente al ritratto sintomatologico della persona, la cui forza vitale interagisce con le forze della natura nella salute e nella malattia. Dinamismo cosmico, terrestre e personale interagiscono in modo invisibile, ma le conseguenti manifestazioni sono percepibili e visibili al medico e al paziente; l’analisi del caso secondo il metodo hahnemaniano consente anche di affrontare nuove forme di malessere, connesse a particolari configurazioni astronomiche e telluriche.

- Omeopatia & Scienza, . Alimentazione, . Bambini, . Sovrappeso

Sovrappeso nei bambini: omeopatia per prevenire l’obesità [con VIDEO]

sovrappIl sovrappeso è un problema che riguarda sempre più bambini ed è luogo comune pensare che crescendo la situazione si risolva, invece (eccetto disarmonie staturo-ponderali transitorie) il sovrappeso del bambino tende ad aumentare (leggi anche questo post). Ecco perchè è bene affrontarlo “presto”. E’ necessario anche che la diminuzione di peso sia graduale e progressiva, in modo da evitare la rapida ripresa del peso perduto (effetto rebound). La cura di omeopatia unicista agisce sulle cause e modifica la predisposizione stessa al sovrappeso. In che modo?

  • l’appetito eccessivo si riduce,
  • il desiderio di dolci e farinacei diminuisce,
  • l’irrequietezza e gli stati emozionali che spingono a mangiare troppo si placano
  • viene riportata armonia nel metabolismo.

Se poi si unisce alla cura omeopatica un’alimentazione equilibrata si ottengono risultati ottimali. Continua a leggere

Rimedi omeopatici

Carbo Vegetabilis | I rimedi omeopatici

Il mondo vegetale dà la matrice materiale al rimedio omeopatico Carbo Vegetabilis: dal latino Carbo=Carbone, Vegetabilis=vegetale. Attraverso il processo di carbonizzazione della legna, ottenuto facendo bruciare legna in presenza di poco ossigeno, si ottiene il carbone: una sostanza inodore, di colore nero, insolubile nei solventi più comuni, di durezza tale da non decomporsi come legno qualunque e avente la proprietà di bruciare con una reazione fortemente esotermica. Non si può parlare di carbone puro se sono presenti tracce di sali minerali come carbonato di potassio e residui di gas. Viene preparato a partire da qualsiasi tipo di legno; Hahnemann nella preparazione di Carbo Vegetabilis utlizzò soprattutto carbone proveniente da legno di betulla. In tempi più recenti si è utilizzata soprattutto legna di faggio, attentamente selezionata e debitamente carbonizzata in un mortaio chiuso. Allo stato grezzo il carbone è medicalmente inerte, benchè venga tutt’ora impiegato come deodorante e con funzione regolatrice di gas intestinali. La differenza tra carbone vegetale (altrimenti conosciuto come carbone artificiale o carbonella) e carbon fossile è la modalità di carbonizzazione: quest’ultimo è un prodotto di carbonizzazione spontanea che può durare anche milioni di anni in cui la scarsa presenza di ossigeno è dovuta a sedimenti impermeabili. Le prime tre potenze centesimali del rimedio omeopatico Carbo Vegetabilis sono preparate per triturazione; il processo prevede un’ora di tempo per ogni potenza. La preparazione omeopatica con Diluizione-Dinamizzazione non solo rende rende innocuo Carbo Vegetabilis (semprechè sia prescritto secondo il metodo hahnemaniano) ma estrinseca moltissime altre proprietà curative che la sostanza grezza non dinamizzata non possiede. Per quali patologie è indicato Carbo Vegetabilis? In tutte le situazioni in cui esiste una relazione di similitudine tra il profilo di carbo Vegetabilis e il Ritratto sintomatologico della persona da curare, delineato dal medico omeopata con Colloquio omeopatico e Analisi del caso. La soluzione online? Omeopatia Dinamica: ora l’omeopatia classica è sul web con percorso curativo, informativo e conoscitivo.

 

- Omeopatia & Ecosistema, . Gastro-enterologia

Mal di stomaco in primavera/autunno? Rimedio omeopatico!

stomacoMolti sentono un aggravamento del dolore da gastrite e duodenite nelle stagioni di transizione, primavera e autunno. La medicina convenzionale prevede trattamenti preventivi con gastroprotettori e inibitori della secrezione acida, ma non spiega il perchè di questo fenomeno e utilizza per persone e sintomi diversi gli stessi farmaci, alla cui sospensione la ricaduta è frequente, poichè rimane la tendenza dell’organismo a produrre una eccessiva secrezione acida. L’Helicobacter pylori si insedia solo perchè c’è già una situazione patologica e la terapia eradicante dà remissioni, ma non risolve la predisposizione alla patologia gastro-duodenale. Lomeopatia unicista cura l’alterazione della forza vitale che è la causa di gastrite e duodenite e guarisce l’infiammazione in modo duraturo e senza effetti collaterali. Continua a leggere

. Alimentazione, . Sovrappeso

È facile dimagrire in modo naturale con Omeopatia & Dieta

L’omeopatia unicista cura l’appetito, le emozioni, il metabolismo e la salute dell’intero organismo. L’azione curativa del medicinale omeopatico, agendo sull’armonia della forza vitale, favorisce il desiderio dei soli cibi necessari alla salute, riequilibra il metabolismo e risolve vari disturbi; si raggiunge così benessere e peso-forma.

Durante la cura l’alimentazione sbagliata va modificata; la forza vitale, anche se riequilibrata, non può annullare i danni di un’alimentazione sbagliata. La cura omeopatica nutre la salute della forza vitale e un’alimentazione sana nutre il corpo materiale. La nutrizione è un lavoro per l’organismo: mangiare più del necessario non è solo inutile, ma è dannoso, anche quando si resta normopeso (!), a causa del superlavoro per cibi inutili e spesso additivati.

E’ difficile modificare un’alimentazione sbagliata, poichè “viene dal di dentro” (alterazioni dell’appetito e delle emozioni) e “viene dal di fuori” (condizionamenti culturali e non facile reperibilità di cibi sani). Continua a leggere