- Omeopatia & Ecosistema, . Gastro-enterologia

Mal di stomaco in primavera/autunno? Rimedio omeopatico!

stomacoMolti sentono un aggravamento del dolore da gastrite e duodenite nelle stagioni di transizione, primavera e autunno. La medicina convenzionale prevede trattamenti preventivi con gastroprotettori e inibitori della secrezione acida, ma non spiega il perchè di questo fenomeno e utilizza per persone e sintomi diversi gli stessi farmaci, alla cui sospensione la ricaduta è frequente, poichè rimane la tendenza dell’organismo a produrre una eccessiva secrezione acida. L’Helicobacter pylori si insedia solo perchè c’è già una situazione patologica e la terapia eradicante dà remissioni, ma non risolve la predisposizione alla patologia gastro-duodenale. Lomeopatia unicista cura l’alterazione della forza vitale che è la causa di gastrite e duodenite e guarisce l’infiammazione in modo duraturo e senza effetti collaterali. Continua a leggere

. Alimentazione, . Sovrappeso

È facile dimagrire in modo naturale con Omeopatia & Dieta

L’omeopatia unicista cura l’appetito, le emozioni, il metabolismo e la salute dell’intero organismo. L’azione curativa del medicinale omeopatico, agendo sull’armonia della forza vitale, favorisce il desiderio dei soli cibi necessari alla salute, riequilibra il metabolismo e risolve vari disturbi; si raggiunge così benessere e peso-forma.

Durante la cura l’alimentazione sbagliata va modificata; la forza vitale, anche se riequilibrata, non può annullare i danni di un’alimentazione sbagliata. La cura omeopatica nutre la salute della forza vitale e un’alimentazione sana nutre il corpo materiale. La nutrizione è un lavoro per l’organismo: mangiare più del necessario non è solo inutile, ma è dannoso, anche quando si resta normopeso (!), a causa del superlavoro per cibi inutili e spesso additivati.

E’ difficile modificare un’alimentazione sbagliata, poichè “viene dal di dentro” (alterazioni dell’appetito e delle emozioni) e “viene dal di fuori” (condizionamenti culturali e non facile reperibilità di cibi sani). Continua a leggere

Rimedi omeopatici

Secale Cornutum | I rimedi omeopatici

Il rimedio omeopatico Secale Cornutum viene preparato a partire dallo sclerozio, struttura fungina  prodotta dal micete Claviceps purpurea, che parassita spighe di segale, grano o orzo in ambiente umido. In primavera, vento e insetti, favoriscono lo sviluppo del micelio del fungo,  questo stimola la spiga a produrre una secrezione zuccherina che attira gli insetti, i quali diffondono la malattia.  A sviluppo completo gli sclerozi hanno dimensioni variabili con un diametro sino a 5 mm e una lunghezza sino a 4,5 cm. Secale Cornutum compare ben presto nella storia della medicina, poichè l’indigestione di farina contaminata da Claviceps Purpurea provoca un’intossicazione denominata ergotismo, dominata da allucinazioni e manifestazioni convulsive o gangrenose. In una tavoletta assira risalente al 600 a.C. e in un libro sacro dei persiani (400-300 a.C.) si menziona una pustola dannosa trovata in spighe di grano; in Francia l’ergotismo fa la sua prima comparsa nel 857 d.C e tra il X e il XIII secolo conosce vere e proprie epidemie.  A partire dall’XI secolo l’ergotismo viene comunemente chiamato “Fuoco di Sant’Antonio” per la consuetudine degli ergotici del Centro Europa, ammalati a causa di pane di segale contaminato,  di andare in pellegrinaggio alla tomba del Santo  in Italia, ove mangiavano sano pane di frumento, per cui la sintomatologia ergotica si attenuava. Negli sclerozi sono presenti numerosi alcaloidi, ergonovina, ergotossina, ergotamina, ergotinina, acido lisergico, istamina e acetilcolina. La tintura madre è preparata a partire da raccolte appena prima della mietitura. Il procedimento di preparazione omeopatica con Diluizione-Dinamizzazione non solo rende rende innocuo Secale Cornutum (semprechè sia prescritto secondo il metodo hahnemaniano) ma estrinseca moltissime altre proprietà curative che la sostanza grezza non dinamizzata non possiede. Per quali patologie è indicato Secale Cornutum? In tutte le situazioni in cui esiste una relazione di similitudine tra il profilo di Secale Cornutum e il Ritratto sintomatologico della persona da curare, delineato dal medico omeopata con Colloquio omeopatico e Analisi del caso. La soluzione online? Omeopatia Dinamica: ora l’omeopatia classica è sul web con percorso curativo, informativo e conoscitivo.

. Adolescenti, . Alimentazione, . Sovrappeso

Curare le cause del sovrappeso con l’omeopatia unicista

Il sovrappeso è dovuto a cause interne: caratteristiche metaboliche ed emozionali, appetito, desideri e avversioni alimentari.

L’omeopatia unicista cura la tendenza interna al sovrappeso con la cura omeopatica personalizzata che agisce sullintera economia dell’organismo: metabolismo, desideri alimentari, avversione al movimento fisico ed emozioni.

Quando si ha desiderio di dolci, pane e pasta, la dieta dimagrante viene seguita poco e l’organismo reclama con forza i cibi desiderati…

Quando si ha un grande appetito, nonostante l’impegno nella dieta, è difficile rimanere con la fame…

Quando si mangia per consolarsi di emozioni spiacevoli, è difficile stare a dieta e rinunciare alla consolazione… Continua a leggere

Maestri dell'omeopatia

Pierre Schmidt

Attraverso gli sforzi e l’impegno di J.T. Kent, la conoscenza e la pratica omeopatica unicista, fondata da Samuel Hahnemann (1755-1843), aveva varcato gli oceani e si era affermata per lungo tempo in virtù dei suoi successi. Ma alla morte di Kent (1916), per ragioni legate ai fortissimi interessi speculativi delle imprese farmaceutiche, l’insegnamento dell’omeopatia classica, che prevede duro tirocinio, continuo studio e dedizione, rischiava di perdersi in favore di altri orientamenti meno rigorosi. Uno dei meriti universalmente riconosciuto al Dr. Pierre Schmidt (1894-1987) fu la reintroduzione dell’ omeopatia classica in Europa agli inizi del XX secolo. Grazie ai suoi sforzi, l’omeopatia europea ritorna alle origini, restaurando la dottrina nei termini posti da Hahnemann. Schmidt, dopo un lungo soggiorno in USA  ove seguì l’insegnamento di alcuni tra i piu importanti allievi di Kent (Austin e Gladwin), ritornato in Svizzera, condividerà i suoi insegnamenti con un ampio numero di studenti di tutta Europa. Oltre alla pratica clinica e all’insegnamento, Schmidt esplica la sua azione in favore della dottrina omeopatica svolgendo un ruolo preminente nella fondazione della Liga Medicorum Homoeopathica internationalis (1935). Questa ha a tuttoggi un ruolo fondamentale nel coordinamento degli omeopati di tutto il mondo, fissa linee guida per la formazione clinica e culturale dei medici, stimola l’introduzione di politiche sanitarie per la diffusione dell’omeopatia e instaura rapporti con gli organismi sanitari internazionali.  Schmidt, oltre a pubblicare diversi scritti di Hahnemann e Kent curandone la traduzione in varie lingue europee (italiano francese, spagnolo), fornì un contributo importante all’edizione finale del Repertorio di Kent e all’apice del suo insegnamento fondò il Groupement hahnemannien de Lyon attivo dal 1948 al 1978, dalla cui ispirazione prese vita la pubblicazione mensile dei Cahiers du Groupement Hahnemannian du Lyon, a supporto della pratica di omeopatia classica.