- Omeopatia & Societa', . Adolescenti, . Psiche

I media influenzano lo stato di salute? Risposta omeopatica

Sappiamo che la percezione di noi stessi è influenzata dal rapporto con l’esterno, con l’altro da noi, ma si sottovaluta ancora la potenza di quest’influenza sullo stato di salute. Hahnemann (1755-1843), fondatore dell’omeopatia, evidenziò in epoca pre-psicologica che un rapporto sofferto con l’esterno: vessazioni, delusioni, matrimoni infelici e educazione coercitiva sono causa dinamica di malattia e possono ostacolare una piena cura omeopatica.
Oggi all’alba del terzo millennio, il rapporto con l’esterno si caratterizza per l’esposizione massiccia ai media; questi impongono con la parvenza dell’offerta e l’abilità persuasiva delle scienze della comunicazione, modelli di comportamento, modi di pensare e valori etici. I media realizzano così una sorta di educazione permanente coercitiva sulla popolazione mondiale. Al proposito è paradigmatico lo studio epidemiologico della prestigiosa Harvard Medical School sulla popolazione delle lontane Isole Fiji, ove, la TV introdotta nel ’95 impone l’immagine femminile occidentale sull’immagine robusta della cultura tradizionale. tvI ricercatori si aspettavano che il principale fattore di rischio per le adolescenti affette da disturbi alimentari e disturbo dell’immagine corporea fosse una grande esposizione diretta alla TV. Invece il principale fattore di rischio è risultato essere l’esposizione indiretta alla tv, cioè l’esposizione del gruppo sociale che “circonda” il soggetto, amici e compagni.
Questo fenomeno richiama per analogia dinamiche biologiche a cascata e di risonanza. I sociologi parlano di media e gruppi sociali come RETI SOCIALI, termine che esprime sia le molteplici interconnessioni tra forza vitale individuale e  media che la costrizione della forza vitale  individuale e collettiva.
mediaSecondo l’omeopatia unicista TV e media agiscono sulla psiche come un’educazione coercitiva, con una forza immateriale o dynamis  di natura artificiale, quasi geneticamente modificata dalle scienze della comunicazione…. e non certo orientata alla salute e al bene comune! Al proposito sono sempre più frequenti inquietanti appelli di ricercatori e associazioni professionali.
Il potere patogeno dei media si imprime, come ogni influsso cui l’uomo è suscettibile, nella forza vitale umana dando luogo nella psiche e nel corpo a malattie artificiali. Se i media resteranno pervasi da forze avverse alla vita individuale e al bene comune, nell’immediato futuro causeranno una complnaturaessa stratificazione di malattie. Si profila un uomo alienato da sè e animato da una forza vitale dominata dalle connessioni alla rete sociale e ostacolata nelle connessioni con le forze naturali.
Ma non sono proprio le connessioni con le forze naturali l’intrinseca essenza della vita in questo punto dell’Universo che noi chiamiamo Terra?

 

Etichette: , , ,

Se hai un dubbio o vuoi lasciare una domanda,
il Medico omeopata risponderà appena possibile.