Rimedi omeopatici

Bryonia Alba | I rimedi omeopatici

bryonia alba

Il rimedio omeopatico Bryonia Alba ha la sua matrice materiale nel mondo vegetale. In natura esistono 22 varietà di Bryonia ma solo 2 di esse, Bryonia Dioica e Bryonia Alba, sono utilizzate in omeopatia. Crescono in Europa soprattutto in Inghilterra e ed entrambe sono conosciute come Bryonia Alba, ma Hahnemann utilizzò solo la vera Bryonia Alba per i proving. In seguito, attendibili proving svolti da scuole austriache rivelarono che non ci sono significative differenze nelle loro azioni sull’organismo e quindi nella preparazione della tintura madre vengono utilizzati indistintamente i rizomi di entrambe le specie. Bryonia appartiene alla famiglia delle Cocurbitacee. È una siepe rampicante molto fitta che sale dolcemente e lentamente su qualunque sostegno trovi. L’intera pianta è coperta da piccoli peli e il fusto, contenente un lattice acre dall’odore sgradevole e irritante per la pelle, si estende per grandi lunghezze. Le foglie hanno un piccolo gambo ricurvo, più corto dello stelo, e sono divise in 5 lobi come le dita di una mano, tutti abbastanza spigolosi con quello mediano più lungo di tutti. I fiori, che sbocciano in maggio, sono piccoli, di colore giallo-verde e non molto appariscenti. Una caratteristica unica di questa pianta è il modo che ha di arrampicarsi: i viticci si dipartono dallo stelo in cerca di qualche supporto e, trovatolo, si attaccano ad esso come una molla spiralata: metà si arricciano in senso orario e l’altra metà in senso antiorario. Le bacche, altamente velenose, si trovano in piccoli gruppi, hanno un colore cangiante dal verde al giallo acceso al cremisi e sono coperte da un delicato fiore secco. Giunte a maturazione, contengono un succo di odore sgradevole, da 3 a 6 semi larghi e sono di un colore grigio-giallo con chiazze bianche per la varietà Bryonia Dioica, mentre quelle di Bryonia Alba sono nere.

bryonia alba

La radice velenosa, bianca e larga, di odore sgradevole e sapore nauseabondo, è fitta e carnosa e può raggiungere dimensioni enormi, sino a quelle di un braccio umano; in Francia Bryonia è chiamata “rapa del diavolo”.

Il procedimento di preparazione con Diluizione-Dinamizzazione non solo rende il rimedio Bryonia in grado di non nuocere (sempre che sia prescritto secondo il metodo hahnemaniano) ma estrinseca moltissime altre proprietà curative che la sostanza grezza non dinamizzata non possiede. Per quali patologie è indicato Bryonia? In tutte le situazioni in cui esiste una relazione di similitudine tra il profilo di Bryonia e il Ritratto sintomatologico della persona da curare, delineato dal medico omeopata con Colloquio omeopatico e Analisi del caso. La soluzione online? Omeopatia Dinamica: ora l’omeopatia classica è sul web con percorso curativo, informativo e conoscitivo.
Etichette:

Se hai un dubbio o vuoi lasciare una domanda,
il Medico omeopata risponderà appena possibile.